Piccola ma super efficace, l’alga spirulina

È entrata a far parte anche del programma dell’Agenzia Spaziale Europea perché può essere utilizzata per tenere in forma gli astronauti. Ricca di proteine, vitamine e minerali, ha un’azione di sostegno e ricostituente ideale anche per le donne in gravidanza e per chi segue una dieta iposodica.

Probabilmente fra pochi anni diventeranno uno degli alimenti più comuni sulle nostre tavole.

Le alghe, infatti, oltre ad essere particolarmente efficaci nell’assorbire l’anidride carbonica presente nell’atmosfera (tanto che l’Unione Europea ha annoverato la loro coltivazione tra i settori trainanti la bioeconomia blu), possono vantare un elevato contenuto di proteine, minerali, antiossidanti e vitamine.

Fra queste spiccano la Wakame, che è molto utilizzata nella cucina giapponese, e la Spirulina che è diffusa nei laghi salmastri tropicali.
Contiene tutti gli aminoacidi essenziali, gli acidi grassi essenziali (omega 3 e omega 6), le vitamine E, C, quelle del gruppo B, che generalmente non sono presenti in altri vegetali e il betacarotene (circa 20 volte di più del contenuto presente nelle carote).

Inoltre, contiene ferro (ne contiene 34 volte più degli spinaci), calcio e magnesio. Grazie a questa sua ricchezza tutta vegetale, oltre ad apportare sostegno all’organismo, si adatta bene anche alle esigenze dei vegani, che necessitano di un maggior apporto di Ferro e di vitamina B12.

fonte BioLine