Caduta dei capelli, le possibili cause

La caduta fisiologica dei capelli è un fenomeno del tutto normale, dal momento che hanno un loro ciclo di vita e quando arriva al termine cadono. Ma niente paura: per ogni capello che cade ce n’è uno già pronto a crescere. Ci possono essere però momenti della vita, legati all’età, all’avvicendarsi delle stagioni o a situazioni particolari, in cui il fenomeno è molto più evidente.

CAMBIO DI STAGIONE

Come le foglie cadono dagli alberi, quando arriva l’autunno anche la caduta dei capelli si fa più intensa ed evidente, ma non ci deve preoccupare perché, come già detto, non è altro che il ciclo di vita fisiologico del capello. In una situazione ordinaria, si può intervenire con un integratore alimentare e prodotti in fiala, ad uso epidermico, a base di estratti naturalivitamine e minerali utili ai nuovi capelli in via di crescita.

ALIMENTAZIONE

Se la nostra alimentazione è squilibrata, i capelli ne risentono in fatto di forzavitalità e lucentezza: una dieta ipocalorica prolungata, un dimagrimento o un aumento di peso repentino, la carenza di nutrienti fondamentali. La tavola è dunque il primo luogo in cui possiamo intervenire per rafforzare la nostra capigliatura.

I consigli sono quelli che valgono per un benessere generalizzato di tutto l’organismo: mangiare frutta e verdura, possibilmente anche crude, preferire pane e pasta integrali, bilanciare i componenti e limitare l’uso di dolci e bevande zuccherate.

In questo caso, i capelli, così come anche la pelle, potranno trarre beneficio anche da una depurazione profonda, grazie a una selezione di piante officinali come il carciofo, il tarassaco, il cardo mariano.

STRESS

Un altro elemento di forte impatto sulla salute del capello è il livello di stress. All’interno di questo termine possono finire situazioni molto diverse tra loro: dalla difficoltà di gestire la vita quotidiana fino agli shock dovuti a situazioni gravi, che vanno affrontati con l’aiuto di un professionista della salute.

Anche le più comuni situazioni di forte stanchezza associata a preoccupazioni e carichi mentali, hanno un’influenza sulla salute del capello, che può risultare più debole e spento fino a cadere prima del termine naturale del suo ciclo.

La natura può offrirci un aiuto anche in questo caso, attraverso le piante adattogene come Eleuterococco e Maca, che aiutano l’organismo ad adattarsi e a resistere allo stress fisico e mentale. Se quello che serve invece è rilassamento e benessere mentale, si può intervenire con estratti di Melissa, passiflora, Griffonia e con vitamine e minerali.

fonte ErbaVita