Infezioni Intestinali

Un intestino in equilibrio è fondamentale per la difesa dell’organismo. La flora che lo popola costituisce una barriera in grado di contrastare l’invasione di patogeni e di tenere sotto controllo la proliferazione di microrganismi saprofiti (candida, Escherichia coli, enterococchi) i quali possono provocare squilibri in altri settori dell’organismo.

Meccanismo di difesa intestinale è esercitato dalla permeabilità selettiva della mucosa. Questa è strutturata per essere in grado di assorbire le sostanze nutritive e di respingere scorie, tossine e patogeni. 

L’alimentazione odierna, ricca di alimenti raffinati e povera di fibre per il nutrimento della microflora, provoca la disorganizzazione della flora batterica e mina l’integrità della mucosa e dei sistemi difensivi. In queste condizioni l’intestino perde la sua capacità di proteggere l’organismo e diventa vulnerabile dall’attacco di batteri, funghi, parassiti e virus.

I numerosi virus (rotavirus, adenovirus ecc.) e batteri (salmonelle, shigelle, campylobactyer, yersinia enterocolitica ecc.) possono attaccare l’intestino e portano come conseguenze nausea, vomito e diarrea.

Generalmente la sintomatologia è di breve durata 12/24 ore, lasciando l’organismo debilitato a causa della massiccia perdita di liquidi e sali minerali. Per replicarsi, i virus intestinali sfruttano le cellule epiteliali distruggendole fino a quando la capacità assorbente dei villi viene a mancare, le feci restano liquide e sono espulse. Le cellule epiteliali danneggiate rilasciano citochine che interagendo con il sistema immunitario, scatenano risposte infiammatorie che accelerano la peristalsi intestinale.

Le infezioni batteriche sono veicolo di contaminazione, sono in grado di ridurre la capacità della mucosa intestinale di assorbire acqua causando grandi perdite di liquidi e sali minerali.

La frequenza con cui un individuo è soggetto ad episodi di diarrea causata da virus e batteri intestinali è indicativa di un intestino in difficoltà.